chi di spoiler ferisce di spoiler perisce

25 Nov

Avevo circa 5 anni. Durante un litigio furibondo mio fratello si bloccò, mi guardò dritto negli occhi e urlò:

“GESU’ BAMBINO NON ESISTE”

D’istinto mi girai verso mio padre spalancando degli occhioni lucidi degni del volantino più triste dell’Unicef e chiesi: “Papà è vero?”

Ricordo benissimo lo sguardo di mio padre, lo sguardo di chi ha capito che la fine è vicina, il dado è tratto, la tragedia è iniziata, la piccola entro 3 – 2 – 1 piangerà.

“Sì Valina, Gesù bambino è un’invenzione. Ma tu non devi dirlo a nessuno”.

Tragedia.

Questo è stato il mio primo incontro con l’effetto spoiler e da li è iniziato l’odio verso chiunque mi rivelasse il finale di qualcosa.

Oggi, per esempio, sono stata smaronata su qualunque social network con la morte di Brian dei Griffin. Ci mancava solo la telefonata di mia madre che mi avvisava di averlo letto sul televideo.

Io ho i miei tempi per quanto riguarda le serie tv, anche per quanto riguarda le serie a cartoni animati. E i tempi sono importanti, sono cose da rispettare, che poi uno ci resta male e molla le serie e punta tutto solo su Beautiful.

E un conto è andare a dire che in Psyco la protagonista femminile muore dopo 30 minuti  per mano di Norman Bates, un altro è svelare tutta la storia malata che c’è dietro.

Diamine, io non te lo vengo a dire con chi si sposerà Rossella O’Hara, o chi è il colpevole nei Soliti Sospetti. Ne ti dico se Jess di New Girl si farà mai o no  Nick

Ci va del rispetto. Io voglio essere libera di piangere le morti dei personaggi inventati sul divano, e usare tutto questo come pretesto per attaccarmi alla Nutella.

E siccome oggi mi sono girate le palle mi levo uno spoiler bomba di quelli che tengo dentro da anni.

SILENTE MUORE.

Tiè

Mica puoi andare da uno a dirgli “Dai, hai appena iniziato Lost? Sai sei stagioni e poi alla fine sono tutti morti”. Ma fottiti stronzo.

 

 

Annunci

4 Risposte to “chi di spoiler ferisce di spoiler perisce”

  1. cloudintheocean 28 novembre 2013 a 15:13 #

    in serie: bruce willis crepa in armageddon, chi ha ucciso laura palmer (ero a una sola puntata dalla rivelazione), “bruce willis è il fantasma” (ma che cazzo avete contro il povero bruce, ditemelo), come va a finire million dollar baby, “luke, sono tuo padre”, chi è la madre di how i met your mother, la maledetta puntata “red wedding” di GOT, il finale di dexter, il finale di breaking bad (ma tanto il bello è vedere come ci arriva a lì, giustificazione) e ora tu con “sono tutti morti”. grazie, tanto mi ero fermata alla quarta serie. tipo che la morte di brian a questo punto mi fa na pippa.

    • lezionidiparlo 28 novembre 2013 a 16:20 #

      Ahahahaha…. Io capisco. Il desiderio di vendetta però era troppo grande

    • mey 28 dicembre 2013 a 21:00 #

      guardalo. Guarda lost. Te prego. A parte che io all’ultima puntata mi ero completamente dimenticata che ‘sono tutti morti’ e poi è talmente generico che alla fine non è manco vero!

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il trauma dei Natali passati | lezionidiparlo - 19 dicembre 2013

    […] già raccontato (https://lezionidiparlo.wordpress.com/2013/11/25/chi-di-spoiler-ferisce-di-spoiler-perisce/) ho smesso di credere a Gesù Bambino in età troppo precoce, cosa che mi è costata anni di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: