Non dire gatto o troverai una gattara

17 Feb

Siccome che negli ultimi anni è uscita questa moda che ogni categoria deve avere la propria giornata internazionale, siccome che ne hanno dedicata una pure ai vegani, siccome che anche se è la giornata dedicata alla tua categoria tanto nessuno ti regala nulla mi sembra più che ovvio che oggi 17 febbraio sia la giornata del gatto.

Il gatto: riservato, indipendente, sinuoso, affascinante.

Per te che sei andata a vivere da sola per avere i tuoi spazi, i tuoi tempi, la tua privacy è la soluzione ideale.

Avrai una compagnia all’interno delle mura domestiche, ma sarà una compagnia discreta: perché il gatto non è come un cane. No, il gatto non lo devi portare fuori, non gli devi fare il bagno e soprattutto ama stare per i fatti suoi.

Balle.

Praticamente è come se fossi andata a vivere con mia madre, mio fratello e tutto il resto del parentado in un monolocale.

Nonostante la mia casa sia abbastanza grande lei trova sempre il modo per stare dove sono io e fissarmi, anche se mi ero impegnata a seminarla.

Mi faccio la doccia e chiudo il bagno? Lei è appostata fuori dalla porta ad aspettarmi.

Rientro alle 5 del mattino di sabato sera? Come mi avvicino alla porta di casa la sento miagolare come per dirmi “Dove diavolo eri???”

Mi faccio un selfie da pubblicare su Instagram? Lei trova il modo di apparire nella foto.

Peli sulle sedie, peli sui divani, peli sui vestiti, peli per terra peli, peli, peli, peli e graffi sulla pelle, mobili rovinati.

E poi diciamolo: come fa un esserino così sinuoso, piccolo e affascinante a cagare così tanto??

L’apice della gioia lo raggiungi quando in un attimo di affettuosità estrema il tuo gatto ti regala l’esperienza mistica di alitarti vicino, così, tu umano, potrai rischiare lo svenimento grazie al suo alito al retrogusto di morte.

Ah, ma non ti sbagliare di toccarceli i gatti eh! Che i figli saranno piezz’e core ma i gatti pure.

Perché nonostante tutte queste lamentele, classiche di ogni convivenza d’altra parte, c’è una cosa che accomuna tutte noi gattare: parleremo per ore dei nostri gatti e poi ti vogliamo fare vedere le foto, e vogliamo farti sentire come secondo noi miagola ecc ecc ecc

Quindi rifletti e ricorda: al prossimo aperitivo, alla prossima cena, parla di tutto ma non pronunciare la parola gatto.

Vicino a te potrebbe esserci una gattara che non aspetta altro che vantarsi del suo felino amoroso du du da da da.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: