FREE WILLY, FREE CELLULITE.

18 Feb

Me ne stavo tranquillamente in tuta a fare la casalinga, con tutta la lentezza che il martedì post lavoro ti può donare, quando un fulmine mi colpì inaspettatamente.

Una voce proveniente dalla televisione urlante:

INIZIA DA SUBITO IL TRATTAMENTO, COSI’ ARRIVERAI PRONTA ALL’ESTATE

No, ma sta calmo. Siamo a febbraio. Ma che ti pare che mi devi mettere già l’ansia di agosto, della spiaggia, del costume da bagno??

Io sto ancora valutando di impegnarmi, più o meno seriamente, nel chiudere la bocca ora per recuperare dallo schifo Natalizio, fatica che mi sto imponendo solo per mangiare l’impossibile a New York (sì tra un mese sono a New York, tiè).

Poi tornerò e starò brava per un pochetto: giusto per prepararmi per la maratona del cibo che si terrà in  quella settimana meravigliosa che quest’anno unisce Pasqua, Pasquetta, il 25 aprile e tutte le grigliate che ci puoi mettere in mezzo.

E secondo te, cara tivvì, io dovrei pensare all’estate?? Ma stai scherzando??

Sono ancora nella stagione in cui i leggins push up mi salvano dalla ceretta non fatta e mi fanno pure sembrare più magra, sono ancora nella stagione in cui tutti usciamo di casa imbacuccati tra cappotti, piumini, sciarponi, cappelli e posso puntare tutto solo sul viso, che tanto le maniglie dell’ammmore sotto il maglione le hai pure tu.

Caro spot, io un po’ ti capisco. Non è che dobbiamo tutte liberare il Free Willy che abita dentro di noi, curare il proprio aspetto è bene, lo so. Ma non siamo neanche in una puntata eterna di Baywatch: perché, nel caso, io Cody non l’ho visto da nessuna parte.

Già mi hai smaronato con la storia che

LA CELLULITE E’ UNA MALATTIA

A parte che tiè, e poi allora, a sto punto, cara Somatoline, mi fai passare le creme come mutuabili e un ciclo da 10 sedute di linfodrenaggio a 40 € all’ASL, come si fa per la fisioterapia.

Che se no malato lo dici pure ai pelati e così siamo pari e nessuno se la prende.

Tanto, io, alla prova costume non ci arriverò mai preparata.

La prova costume superata è un’attitudine, ci devi nascere, ed io, saggiamente, mi sono rassegnata.

Per quella settimana (a dir tanto) che sto in spiaggia, dovrei patire mesi?? Davvero??

Tutti a devastarsi l’anima per questa prova costume, tanto agognata.

Come se in una settimana in spiaggia l’assenza di cellulite ci permettesse imprese epiche.

“Ragazza della provincia torinese riduce il buco dell’ozono, grazie alla sua prova costume perfetta sulla spiaggia libera di Alassio (SV)”

“Mamma toscana, salva le coste italiane dall’erosione perché per due settimane è stata in costume mostrando cosce senza cellulite”

Il massimo che ti può capitare sono una serie di fischi e pensieri zozzi da parte dei maschi ed una serie di commenti al ripieno di invidia e bile da parte delle femmine.

Quindi cara tivvì, mi dispiace. Non mi avrai.

Io stasera ordino cinese.

Poi per consolarmi dei miei coscioni imperfetti quest’estate ad Alassio mi comprerò una copia di Chi ed una di Novella 2000, arriverò in spiaggia, stenderò l’asciugamano sul lettino, mi metterò in costume a prendere il sole e li aprirò.

Guardando tutte quelle famose beccate impreparate all’esame prova costume non mi sentirò più sola e penserò:

STICAZZI, ORA MI VADO A PRENDERE UN MAGNUM CHE COMUNQUE SONO IN FERIE. ECCO.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: