Il mattino non ha l’oro in bocca

11 Nov

Il mattino ha la fiatella, la pelle grigia, la voce impastata, gli occhi piccoli e gonfi.

Il mattino è di poche parole e ti punge in faccia: forse ti vuole svegliare.

Il mattino è nervoso, scontroso e ti guarda di sfuggita.

Il mattino, quello dove ancora tutto è buio, è come te: sa ancora di pigiama e ha la riga del cuscino su una guancia e non gli devi parlare.

E poi arriva l’alba; ti accorgi che la tua amica si è alzata mezz’ora prima di te e ha trovato il tempo di truccarsi e pettinarsi.

E lei sembra sana.

Tu no.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: