La latitanza

17 Nov

Latito dal blog da quest’estate.

Sono distratta.

Ho una nuova ossessione: capire quali sono le mie cose preferite in varie categorie.

Tipo qual è la mia posata preferita? La forchetta.

Il mio numero preferito? Il numero 8

Qual è la mia canzone preferita di Nina Simone? Ok, ce l’ho ( ma non la dico)

Qual è il mio secondo nome da gatta preferito? E da gatto maschio? Ok ce l’ho entrambi.

Spice girls o All Saints? All Saints.

E fin qua le categorie erano facili.

Poi sono arrivata a chi resusciterei tra i morti per vederlo in concerto e qual è la mia canzone preferita dei Beatles e mi sono arenata.

Perchè, ecco, il problema è che ce l’ho una canzone preferita dei Beatles, ma poi, puntualmente, quando penso di aver scelto definitivamente, quelle altre due favorite spuntano fuori e mi mandano in crisi.

E, comunque, Sexy Sadie è al numero 4.

E poi ad ottobre mi è apparsa Gwen Stefani vestita da filosofo e mi sono convinta che il testo di “A simple kind of life” racchiude significati illuminanti per la mia complicata esistenza di gattara sex symbol.

Ho analizzato tutta la discografia dei No Doubt convinta di trovare rivelazioni sconcertanti per la mia esistenza. Ma non è successo. E ci sono anche rimasta un po’ male.

Poi ho riconosciuto il ritmo della bachata in un pezzo dei Deerhunter (gruppo indie/hipster/ocomelovuoichiamare) e gnente, non riesco più ad ascoltarlo.

Inizio a fare confusione tra Obsesion degli Aventura, e poi mi vedo cantare il testo giusto del pezzo (Revival) ballando il passo base della bachata ed è tutto troppo impegnativo; perchè ricordiamoci che questi pensieri li faccio mentre guido.

Forse è colpa del nuovo pezzo di Enrique Iglesias.

E adesso sono presa da altri pensieri tipo:

  • dovrei imparare a cucinare cibi veri?
  • nel testo di Royals Lorde dice “You can call me Queen B” riferendosi a Beyonce? Lo dice davvero?
  • Ma i capelli di Beyonce sono lunghi? Sono corti? Sono solo parrucche?
  • Ma Miss America mi legge nel pensiero?
  • Quell’articolo di Vice sui gatti che sono alieni, nasconde un fondo di verità?

E quindi amici, questa latitanza l’ho fatta per voi.

Perchè anche se so di odiare la gente, in realtà sono buona di cuore e non mi piace tediare le persone, che poi finisce sempre che devi spiegarti, e non ti capisci e poi litighi.

E allora stiamo tutti zitti.

Sigla di chiusura

Annunci

6 Risposte to “La latitanza”

  1. michiamoblogjamesblog 17 novembre 2014 a 17:44 #

    noo dai non mollare i deerhunter!! Sono bravissimi!! Dai loro un’altra possibiltà!!

    • lezionidiparlo 17 novembre 2014 a 17:47 #

      Lo so, li vidi anche al Primavera nel 2013. Ma ora ho il trauma da bachata. Devo riprendermi. Il tempo guarirà questa ferita.

      • michiamoblogjamesblog 17 novembre 2014 a 17:54 #

        mannaggia…io ho fatto 2012 e 2014 e così niente deerhunter!!
        Il problema è farò o no anche il 2015?

      • lezionidiparlo 17 novembre 2014 a 17:54 #

        Io ho già il biglietto!

      • michiamoblogjamesblog 17 novembre 2014 a 17:55 #

        tu sei troppo secchiona!! A me piace spendere un sacco e aspetto la line up..,per ora solo gli strokes non mi bastano!!

      • lezionidiparlo 17 novembre 2014 a 17:58 #

        Quando annuceranno i nomoni che mi aspetto ti penseró, guarderò il mio abbonamento a 115 euro e riderò soddisfatta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: