Un Martini nel bicchiere della Nutella

10 Feb

Qualunque studente di Economia è perseguitato, per tutta la durata dei suoi studi almeno, dal tempo. O meglio dal concetto dalla divisione del tempo: il breve, il medio e il lungo periodo.

Qualunque studente di Economia, dopo varie bestemmie contro la Micro e la Macroeconomia, impara che il segreto per un lungo periodo coi fiocchi sta principalmente in una sola cosa: un breve periodo in perfetto equilibrio che funziona alla grande. Poi se arriva la sfiga, va beh quelli sono altri cazzi.

Per anni ho bestemmiato soprattutto contro la Microeconomia, accusandola di essere il mio esame impossibile, il motivo per cui non mi sarei mai laureata, la mia bestia nera. Poi un giorno ho deciso di affrontarlo e sono tornata a studiare, e sono ripartita proprio da li, dalla mia bestia nera.

Tra una maledizione e l’altra un giorno ho capito tutto: volevo capire il lungo periodo, trascurando il breve. Era lo stesso errore che facevo tutti i giorni con me stessa.

Una vita intera ad inseguire obiettivi enormi e lontanissimi.

Laurea, convinvenza, matrimonio, figli, viaggi, mutui, ecc ecc ecc. Solo cose lontane, solo le cose che credevo potessero darti una vita serena.

Solo che non è detto che a queste cose ci arrivi nei tempi che avevi stabilito tu, forse non è neanche detto che ti renderanno così serena e realizzata come avresti pensato.

Così, un po’ per le calamità che mi si sono scagliate contro, un po’ per colpa della Microeconomia, ho smesso di pensare al lungo periodo. Mi sono dedicata anima e corpo al breve periodo.

I miei pensieri spesso non vanno oltre il mese. A volte in un attimo di onnipotenza fisso cose oltre i sei mesi, ma parliamo di concerti o viaggi.

Ho scoperto che pensare di avere meno tempo, o almeno di non avere un tempo infinito, ti fa fare più cose, ti fa essere più audace, ti costringe a far amicizia con te stesso, ti fa fare anche un sacco di cazzate.

Ho smesso di conservare le cose per le occasioni speciali, ma non per quella menata che ogni giorno è speciale, ma perché poi il tempo passa e rovina i tessuti, e cambia i gusti e tu potresti ingrassare e non entrare più in quel vestito.

E questo lo sai ti rode un sacco.

Ho smesso di pensare che il tempo aggiusterà gli errori e ho iniziato a dire sticazzi.

Ho smesso di pensare che un giorno farò i provini per X Factor (per Amici sono troppo vecchia) e ora canto e fischietto ovunque, che faccio prima e magari un produttore mi sente e mi succede la stessa cosa di Shola Ama (non canto benissimo ma fischio da Dio).

Ho smesso di pensare che il Martini bianco si può bere solo nei bicchieri giusti e nelle occasioni giuste.

Quando devi festeggiare il Martini servito nei bicchieri della Nutella è fantastico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: