Uomo venditi meglio: due/tre cose che potresti non fare su Tinder

3 Mar

Che non si venga a dire che Lezioni di Parlo ha smesso di fare ricerca sul campo. NO.

Magari latito sul blog, magari latito anche sul dancefloor, ma sto sempre lì. Sempre pronta a provare tutte le nuove app pseudo romantiche.

Dopo timidi tentativi su Adottaunragazzo, Tinder, Ok Cupid mi ero presa una pausa lunga più di due anni perché tanto non c’era trippa per gatti.

Ma i fiumi scorrono, i venti cambiano e io ancora sono single, così ci ho riprovato. E quindi, cari amici da casa, ecco la verità.

Perché già nel mondo reale tutto è difficile, ma se pure nelle app vi vendete di merda allora andiamo tutti a casa, adottiamo un sacco di gatti e sentiamoci solo più per parlare delle serie su Netflix.

Però usiamo i vocali su WhatsApp, che le chiamate, quelle vere, le detesto.

Iniziamo con il primo problema del 70% degli utenti maschi sulle app di incontri:

CHE FOTO METTO.

Ecco: metti più di una foto, metti delle foto di te che esprimano cose positive, facci immaginare che sei interessante, che sei piacevole, ma facci capire qualcosa.

Però, per esempio, potresti non mettere foto di te con la tua ex fidanzata, o di te con tua nonna che compie 91 anni (foto beccata oggi), oppure, anche la foto del tramonto sul mare che hai scattato st’estate in Grecia: lasciala nella memoria del telefono visto che tu non appari.

Poi, amico maschio, non so dove hai letto il contrario, ma a noi di vedere che dormi abbracciato al tuo gatto, o che ti fai leccare la bocca dal tuo cane non ce ne frega una sega.

Seriamente: ci piacciono gli animali, ma non li troviamo arrapanti.

Tieni le foto dell’album “Io e il mio pet friend” per altre occasioni, magari per la festa di compleanno dei 92 anni di nonna.

Ci sarebbe il tema SPORT, ma non sono obiettiva quindi sorvoliamo.

Ma parliamo dell’argomento più spinoso: I SELFIE

L’arte del selfie è difficile, si sa, ma con un pochino di impegno, i filtri di Instagram, il bianco nero e dell’esercizio, qualcosa si può ottenere

Ma entriamo nel vivo degli errori più comuni con degli esempi fotografici:

 

Il Selfie allo specchio dove si vede il telefono: l’utilità??

Il Selfie pulizia del viso: da vicino così, esattamente,  cosa dobbiamo fare? Organizzare la pulizia del viso? Contiamo i vostri pori per addormentarci quando non abbiamo sonno?

Apoteosi del selfie sbagliato: il selfie mosso dove non si capisce una sega e sembrate pure dei coglioni.

 

Ma ora fingiamo che la prima presentazione sia andate bene, siete arrivati al momento chat e dovete iniziare quella imbarazzante, noiosa e, spesso, inutile pantomima della chat.

Ecco ricordatevi che per trovare lavoro c’è LinkedIn e Tinder, in teoria, serve per copulare. Non fate come il mio amico di cui allego prova fotografica.

IMG_1898_LI

 
EVITATE DI CONFONDERVI, che poi magari trovate me dall’altra parte e io non riesco a trattenermi dal darvi dei pirla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: