Tag Archives: #single #adottaunragazzo #meetic

Tinder

11 Giu

Sono viva.

Non proprio in ottima forma, ma comunque in forma.

Come ogni giugno sono nel vivo della sessione d’esami più merdosa che esista: quella estiva.

Nonostante i ragazzini oggi pomeriggio intonassero una nuova versione di “Seven Nation Army” dal profondissimo testo “E’ finitaaaa la scuooooolaaaa”, per me è tutto uno stare a casa e studia, esci e torna presto nel finesettimana che devi andare a letto presto e svegliarti presto e studiare.

Domenica pomeriggio è stato entusiasmante pulire l’aspirapolvere in ogni più remoto particolare (tra l’altro se avete un’aspirapolvere totalmente lavabile, vuol dire che potete smontare proprio tutto e che potete pulirlo proprio tutto. Vi auguro di non capirlo dopo tre anni come ho fatto io e di non scoprire inesplorati habitat di polvere, capelli e pelo di gatto).

Comunque.

Il 2 giugno mi sono svegliata così

La sera mi sono iscritta a Tinder.

Un po’ per gioco, un po’ per curiosità, principalmente perchè mi annoio a stare sui libri e metti mai che ne esce fuori qualcosa.

Allora:

Tinder è un’app dove in teoria conosci gente nuova basandoti inizialmente solo sul lato estetico. Se mi piace la tua foto e a te piace la mia iniziamo a scriverci, altrimenti ciao core.

A me già non piace quasi nessuno nella vita reale, figuriamoci su Tinder.

Infatti su Tinder non mi piace nessuno, se non un sosia di un mio ex.

Ma Tinder, che ha anche un lato profondo ed emotivo, valuta tutti i tuoi gusti personali (considerando tutti like alle pagine grazie al tuo profilo Facebook) e cerca una persona compatibile a te in base ai tuoi interessi.

Ok Tinder.

Imposto i filtri di ricerca. Mi sento speranzosa quindi imposto: Maschio, dai 30 ai 36, distante fino a 40 km.

“La ricerca per le persone compatibili richiede qualche minuto”

Attendo.

“Non ci sono persone compatibili al momento”.

Ah, cazzo. Va bene dai: Maschio, dai 30 ai 38, 60 km

“La ricerca per le persone compatibili richiede qualche minuto”.

Attesa.

“Non ci sono persone compatibili al momento”.

Ma che cazzo.

Va bene, l’hai voluto tu.

Maschio, dai 20 ai 55 anni, raggio di ricerca massimo: 160 km.

“La ricerca per le persone compatibili richiede qualche minuto”.

Sigaretta con battito di piede nervoso

“Non ci sono persone compatibili al momento”.

Cioè in un raggio di 160 km, CENTOSESSANTA, che vuol dire un diametro di ricerca di 320 km da dove abito, non esiste un maledetto morto di figa che sia compatibile con me?

Se consideriamo casa mia come il centro di un cerchio e un raggio di 160 km vuol dire che Tinder ha considerato:

  • il Piemonte
  • la Lombardia
  • la Valle d’Aosta
  • parte della Francia
  • parte della Svizzera
  • forse parte della Liguria, ma non sono sicura.

Tinder sei uno stronzo.

Impostazioni profilo

Disattiva account

Elimina App.

Noia torno da te.

PS: se poi per favore voi ragazzini e voi tifosi del calcio potete trovarvi un’altra canzone da storpiare per i vostri cori pieni di entusiasmo mi fate un favore. Io su “Seven Nation Army” nel 2003 ci limonavo un sacco con il mio fidanzato e mi state rovinando i ricordi.

Annunci

Meetic, dove sei??

24 Ott

Meetic mi ha corteggiato per anni. La sua mail “7 milioni di single ti stanno aspettando” ha bussato alla mia casella elettronica infinite volte. Ovviamente da brava figa di legno io ho sempre snobbato questi poveri 7 milioni di single, che a quanto pare non mi aspettano più. Meetic ha smesso di scrivermi. A ventinove anni non sono più carne appetibile per 7 milioni di single. Il treno Meetic è partito, i miei tre giorni di prova gratuita mi hanno fatto Ciao Ciao. Andata. Puff.

Non ho avuto il tempo di cadere nel baratro del melodramma e contorcermi sul divano come una moderna Emma Bovary in pena per questa mesta notizia che subito mi si è presentata una seconda occasione: “Adotta un ragazzo”.

Ok. Dai. A sto giro scarico l’app e vedo com’è, sticazzi. Sicuro m’ammazzo di risate. Sicuro.

Appena il tempo di creare il profilo, senza descrizione, forse con appena la foto (di me di profio, che stiamo tutti molto calmi una basta) e già li vedo all’orizzonte. Li riconosci, li senti prima che si manifestino a scriverti “Ciao :)”.

I MORTI DI FIGA.

Dopo i primi tre elementi tutti reggaeton e latino americano, corro subito a scrivere i miei 5 artisti musicali preferiti, i miei 5 film del cuore e altrettanti libri. Per favore cercate di capire che sono snob, che la cultura per me è importante, che sono una piaga. Tentativo inutile baby, esattamente come le cimici in autunno lui vuole stare dove stai tu.

Ma ecco una raccolta delle cose che più mi hanno fatto ridere (perché ho riso tanto):

– Dan Brown spacca. Al primo uomo a cui non saprò cosa regalare, donerò Angeli e Demoni, che a quanto pare è il libro della vita per gli orfanelli di Adotta un ragazzo.

– Toyboy, anni 43.
Ecco caro, io non so bene quale sia il tuo target di riferimento, ma a meno che non ti voglia proporre  in qualche casa di riposo, le tue primavere da toyboy sono finite da un pezzo, ma tranki (scrivere così pare andare un sacco), stanno per iniziare le tue primavere vintage.

– Vorrei ringraziare Sergio, che non ha scritto nulla di se, ma ha ritenuto fondamentale scrivere che il suo programma TV preferito è “I Jefferson” e Marco, che considera Quattroruote il suo terzo libro preferito e Al Volante il quarto. Grazie

– Liga e Vasco non ce li leviamo dai coglioni, manco qua.

– Mary per Sempre e I Ragazzi Sono Fuori sono i film del cuore di Stefano. Che tra l’altro soffre troppo il SOLLETICO. Che mattacchione!

– La mail standard sarà sempre la stessa: “Ehi ciao bella! Come va? ;)”

– La grammatica italiana è una cazzata. Non esiste più. Arrenditi o muori zitella.

– Gli uomini vogliono donne dolci, divertenti, sensibili, di buonumore, intelligenti, con occhi profondi, capelli morbidi e profumati in cui perdersi, ma anche passionali e forti e coraggiose e indipendenti. Le pubblicità dei farmaci contro i dolori mestruali non vi hanno proprio insegnato una fava: quelle donne li non esistono per davvero. Neanche ai corsi di latino americano.

– IO SONO UNA SNOB

Ma vorrei dedicare un pensiero all’uomo con il profilo così interessante da convincermi a metterlo nel mio carrello.

Carino, gusti musicali particolari  colti, film belli, stesso libro preferito. Ovviamente era il peggio dei pacchi.

Alla mia citazione morettiana, un innocente “Faccio cose, vedo gente” lui ha risposto con testuali parole:

“mmm mi si nota di più se ti rispondo senza entusiasmo o se faccio finta di non aver letto il messaggio?”

E fin qua tutto ok.

Ma poi è sparito. Buco nero. boh.

Eh però, manco t’avessi detto che hai la mamma maiala.

La mia esperienza con adotta un ragazzo si chiude qua. corro a cancellare l’account.

Meetic, te prego torna a scrivermi o non mi resterà che aspettare con ansia lo speed date di San Valentino organizzato all’Ikea.

PS: per chi se lo stesse chiedendo, il ragazzo valido per qualche motivo si è offeso e qua è riassunta una piccola parte della storia. Moretti lo turba, pare.